Il Girone dei Golosi

Ricette gustose di Sandra Bubù

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

"La cucina è
l'atto più privato e rischioso. Nella cucina cè la tenerezza o il odio.
Si versa
nella padella condimento o veleno.
Cucinare
non è il servizio.
Cucinare
è un modo di amare gli altri. "


https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


domenica 17 maggio 2015

Ossobuchi con polenta

Tutto molto alla milanesa oggi..casalingo 


Ecco una ricetta che arriva direttamente dalla tradizione milanese. Considerata una leccornia da buongustai fin dal '700, l'ossobuco alla milanese (“oss bus a la milanesa”) è lo stinco posteriore del vitello, la cui polpa morbida e gustosa è insaporita dal midollo e dalla tipica “gremolada”. Un piatto semplice, genuino ma di gran qualità. 

4 ossibuchi di vitello (massimo 300 gr. l'uno)

50 gr. di burro

Farina q.b.

½ cipolla piccola

1 bicchiere di vino bianco

Brodo q.b

Prezzemolo q.b.

Buccia di limone grattugiata q.b.

1/2 spicchio d'aglio

Olio extravergine d'oliva q.b.

Sale q.b.

Pepe 

 
Preparazione
Incidete con un coltellino la pellicola esterna degli ossibuchi 3 o 4 volte: in questo modo non si arricceranno e deformeranno durante la cottura. Infarinateli uniformemente. Mettete in una padella 50 gr. di burro e un cucchiaio d'olio e fate appassire la cipolla tagliata a fettine piccole e sottili. Dopo 10-15 minuti aggiungete in padella gli ossibuchi e fateli rosolare bene da tutti i lati.
Bagnate con un bicchiere di vino bianco, lasciate evaporare e aggiungete un filo di brodo. Coprite con un coperchio lasciando uno sfiato, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per almeno un'ora.
Controllate di tanto in tanto la cottura: se il sugo si asciuga troppo, aggiungete un po' di brodo. Quando serve, girate gli ossibuchi per evitare che si attacchino.
Intanto che la carne cuoce, preparate la “gremolada”: si tratta di un trito di buccia gialla di limone, prezzemolo e aglio (dal milanese gremolà che significa ridotto in grani). Aggiungetelo 5 minuti prima della fine della cottura. Regolate di sale e pepe e girate bene per far amalgamare il tutto, ed ecco che i vostri ossibuchi alla milanese sono finalmente pronti! Tradizione vuole che si servano con un contorno di riso giallo allo zafferano o con la polenta.
Accorgimenti
Per comprare gli ossibuchi è meglio che vi rivolgiate al vostro macellaio di fiducia, per evitare di trovare troppi nervetti o altre brutte sorprese. Assicuratevi che ci sia il midollo: per molti è la vera golosità di questa ricetta.
Non dimenticate di coprire in cottura: la carne resterà più morbida.
Idee e varianti
Se di vostro gusto, aggiungete alla cipolla una mezza carotina e un po' di sedano.
Spesso alla gremolada va aggiunta un'acciuga. Non è indispensabile, a voi la scelta.
Una variante di questa ricetta prevede l'aggiunta del succo di pomodoro. Prendete un cucchiaio scarso di concentrato di pomodoro e aggiungetelo alla carne dopo che il vino bianco sarà evaporato. Aggiungete il brodo e proseguite come da ricetta.

Nessun commento:

Posta un commento

Publica um comentario- Lascia un commento