Il Girone dei Golosi-Ricette e ospitalità

FOOD BLOG-COMFORTFOOD DI KIKA FRIZZANTINA

Ola! Mi chiamo Kika Frizzantina...

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

"La cucina è
l'atto più privato e rischioso. Nella cucina cè la tenerezza o il odio.
Si versa
nella padella condimento o veleno.
Cucinare
non è il servizio.
Cucinare
è un modo di amare gli altri. "


https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


venerdì 13 gennaio 2017

Polenta Carbonera

Il nome della polenta “carbonera” si diceva sempre dalle mie parti è un omaggio ai vecchi carbonai. Che questi “carbonai” fossero quelli delle barricate (i primi partigiani della storia) o gli uomini che facevano la spola da Bondone (sul lago d’Idro) ai paesi slavi (Yugoslavia e dintorni) per fare il carbone, questo ancora non è del tutto assodato. Comunque essendo una bontà unica, ma attenzione anche una bella bomba calorica!, ve la voglio proprio presentare.

Ingredienti:

    2/3 salamine nostrane (o carne di maiale e pancetta)
    formaggi vari (almeno di 3/4 tipi diversi: tra i quali anche il famoso Formai Bagoss, del formaggio grana e Spressa locale o del gorgonzola) fatti a scaglie, grattugiati  o tagliati a pezzi a seconda della consistenza
    burro di malga
    cipolla
    vino rosso
    farina gialla di Storo (di grano marano)
    farina di grano saraceno
    acqua e sale
Si cuoce la polenta in modo tradizionale e a parte si soffrigge la cipolla tagliata a julienne o sfogliata, si aggiungono le salamelle sgranate o la carne tritata e la pancetta a dadini, e si bagna alla fine con del vino rosso e si fa sfumare.

A 3/4 di cottura (della polenta) si aggiunge il soffritto alla polenta, si trisa per qualche minuto e per ultimo si aggiungono i formaggi già preparati in anticipo. Si trisa ancora un po’ finché il formaggio non si scioglie e comincia a filare e infine si versa sul tagliere o si serve con il mestolo.

Per decorare avete tenuto da parte un po’ della cipolla a julienne e della Salamina soffritta e lo versate sulla cupola di polenta. Aggiungete nel piatto qualche pezzo di formaggio e una mezza Salamina cotta alla griglia.

C’è parecchia confusione fra queste due ricette, “teragna” e “carbonera“, e cercheremo di fare un po’ d’ordine.
Definiamo una volta per tutte che la carbonera è quella fatta dai carbonai con tutti gli avanzi e mischiando farina gialla con farina di grano saraceno, rendendola quindi più scura, come il carbone che producevano appunto.
Mentre la polenta teragna è quella di patate che viene preparata usando la “trisa” o “tarell”, cioè il mestolo lungo di legno che viene girato nel paiolo di rame tipico, mischiando i vari ingredienti ma utilizzando solo farina gialla (con patate o se preferite anche senza).

sabato 7 gennaio 2017

Coda alla vaccinara

La mia versione, però, è più leggera: nella vera ricetta ci sono chiodi di garofano, lardo e guanciale, ma io li trovo indigesti, così ho adattato la riceta ai miei gusti.
Gli Ingredienti

    1 coda di bueo vitellina
    1 cipolla
    2 carota
    2coste sedano
    sale
    olio d'oliva
    2cucchiai aceto
    1lt passata di pomodoro

Le Istruzioni

    Lavare e tagliare a tocchi la coda di bue.
    Tritare il sedano, la carota e la cipolla finemente.
    Metterla in una pentola capiente, cospargere con olio ed trito di odori. Fare rosolare bene.
    Sfumare con l'aceto e lasciare e vaporare bene.
    Unire la salsa di pomodoro, aggiustare di sale, e lasciare cuocere lentamente per 2 ore. Se il sugo si restringe troppo, unire poca acqua per volta. Portare a completa cottura.
    Servire calda.

Gamberi alla Moka

Prima di cimentarvi nella divertente preparazione, abbiate cura di realizzare (o procurarvi) una buona bisque di gamberi, ovvero un brodo di crostacei fatto a regola d’arte. Per realizzarlo potete utilizzare gli scarti dei crostacei, mi raccomando: deve essere concentrato e avere un sapore intenso. Ci vogliono 10 minuti per prepararlo ma un’ora per la cottura, quindi, organizzatevi se volete farlo voi!

Ed ora, moka alla mano, leggete la ricetta e fatemi sapere che effetto hanno fatto sui vostri ospiti e se vi sono piaciuti i miei Gamberi alla Moka. Buon appetito!


Gli Ingredienti

    12/14 gamberi
    12cl bisque di gamberi
    scorza di limonegrattugiata
    scorza di aranciagrattugiata
    1rametto rosmarino
    q.b. crostini di panebianco

Le Istruzioni

    Mettete nella caldaia di una moka per tre tazze la bisque e inserite il filtro dove metterete la scorza di limone e la scorza di arancia.
    Chiudete la moka e nel brick disponete i gamberi a corona con la testa rivolta verso l'alto e lo stelo di rosmarino fresco.
    Mettete la moka sul fuoco, una volta fuoriuscito il liquido come per un normale caffè servitela in tavola, accompagnata da crostini di pane bianco fritti o grigliati.

Calamari ripieni alla Siciliana


Gli Ingredienti

    6 calamari media dimensione (circa 2 kg)
    400gr gamberetti sgusciati
    250gr pangrattato
    sale
    pepe
    olio d'olivaextra vergine
    4 succo di limoni
    1 mazzo di prezzemolo tritato
    6spicchi aglio

Seconda Variante

    6 calamarimedie dimensioni
    olio d'olivaextra vergine
    300gr pomodori
    1 uovo
    200gr pangrattato
    2cucchiai prezzemolo
    sale
    pepe



    Pulite e lavate i calamari facendo attenzione a non romperli. Staccate i tentacoli e sminuzzateli.
    Tritate 2 spicchi d'aglio e fateli rosolare in padella con olio d'oliva avendo cura che non si anneriscano troppo;
    Unire i tentacoli sminuzzati e far rosolare per 5 minuti, quindi unirei gamberetti sgusciati e sminuzzati anch'essi.
    Continuare la cottura per altri 2-3 minuti, poi, spegnete la fiamma e lasciate intiepidire togliendo gli spicchi d'aglio.
    Quindi preparate il ripieno unendo ai tentacoli ed ai gamberetti rosolati il pangrattato, 1 spicchio d'aglio crudo tritato, se si vuole, un cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato, sale e pepe e - se necessario - ancora un po' d'olio crudo.
    Impastate il tutto, quindi farcite tutti i calamari e richiudetene con uno stecchino di legno l'estremità. Tenete da parte un po' di pangrattato (almeno 50 grammi).
    Ora che tutto è pronto non resta che preparare il salmoriglio con il succo dei limoni, il prezzemolo, l'olio (a piacere), gli altri 3 spicchi d'aglio schiacciati e un pizzico di sale ed un cucchiaino d'origano.
    Emulsionare tutto e scaldarlo bene a bagno maria, almeno fino a quando le seppie non saranno cotte, versare sulle seppie calde disposte sui piatti.
    Spennellate i calamari con un po' d'olio e passateli leggermente nel pangrattato che avete tenuto da parte. Questa sorta di panatura eviterà alla parte esterna dei calamari di seccarsi troppo o di bruciarsi diventando amari.
    Nel frattempo preparate la brace o arroventate una piastra ed arrostite i calamari.
    Una volta cotti, sistemateli sui piatti individuali ed irrorateli con il salmoriglio.

Filetto di pesce in crosta


Filetto di San Pietro in crosta di patate su letto di spinacini novelli, uvetta e pinoli tostati

Per un secondo a base di pesce degno di un vero menu delle feste ecco la ricetta per realizzare un gustoso filetto di pesce in crosta. Utilizzate il pesce san pietro e seguite le mie indicazioni. Buon divertimento e buon appetito!
Gli Ingredienti
  • 4filetti San Pietro(circa 1 kg)
  • 8 patate medie (circa 600 gr)
  • 4cucchiai olio d'olivaextra vergine
  • 1cucchiaio prezzemolofresco tritato
  • timo
  • maggiorana
  • 2foglie alloro
  • sale
  • pepe
  • 1kg spinaci novelli freschi
  • 100gr pinoli tostati
  • 150gr uvetta

giovedì 5 gennaio 2017

Bolo de banana facil

Amiche non ho avuto tempo di tradurre in italiano... basta andare in google e tradurre da portoghese a italiano.
Sorry!
 TORTA DE BANANA FACILE!
INGREDIENTRES
5 bananas picadas e rodelas
4 bananas amassadas
4 ovos
2 xícaras de açúcar
100 ml de óleo
120 ml de leite
1 colher (de chá) de canela em pó
2 1/2 xícaras de farinha de trigo
1 colher (de sopa) de fermento em pó

Para preparar esta receita de bolo de banana com canela o primeiro passo é fazer caramelo e colocar na forma com as bananas em rodelas e deixar a parte.
Vamos fazer a massa: amassar metade das bananas, reduzindo-as a purê.
Bata as bananas amassadas no liquidificador junto com o açúcar, o leite, o óleo e os ovos. O resultado deverá ser u ou amassadas a mao .
transfira esse creme para uma tigela e envolva bem com a farinha, a canela e o fermento em pó.
Verta o preparado para uma forma ja caramelada con as bananas em rodelas.
 Leve a assar no forno preaquecido a 200ºC durante 30 minutos.

martedì 3 gennaio 2017

venerdì 30 dicembre 2016

Salmone e frutto della passione

Salmone affumicato con cipolle e frutto della passione - Accompagnato bollicine di Franciacorta #food #salmone #stuzzicchini 

Biscotti al burro e cocco

250 g di Farina 0

  • 100 g di Farina di cocco
  • 180 g di Burro
  • 1 Uovo
  • 1 Tuorlo
  • 100 g di Zucchero semolato
  • Latte
  • 1 cucchiaino raso di Lievito per dolci
  • Sale
Preparazione
Setacciate la farina e il lievito in una ciotola, unite lo zucchero, la farina di cocco, un pizzico di sale e mescolate bene.
Aggiungete il burro (freddo di frigo) tagliato a dadini e iniziate a mescolare gli ingredienti con la punta delle dita, in modo da ottenere delle briciole.
Unite l’uovo e il tuorlo appena sbattuti insieme e lavorate il composto solo quel tanto che basta per unire gli ingredienti; aggiungete poco latte, se l’impasto fosse troppo farinoso e non riusciste a compattarlo. Formate una palla, schiacciatela, avvolgetela nella pellicola alimentare e mettetela in frigo per un'ora.
Riprendete l’impasto e stendetelo con il matterello sul piano di lavoro appena infarinato, a uno spessore di 6-7 mm. Tagliate i biscottini con un coppapasta della forma che desiderate e appoggiateli via via sulla placca ricoperta di carta da forno.
Cuocete i dolcetti in forno caldo a 180°C per 8-10 minuti e sfornateli quando iniziano a dorarsi sui bordi. Lasciateli sulla placca per 1-2 minuti, poi toglieteli con una spatola piatta e appoggiateli su un piano finché si saranno raffreddati.

mercoledì 28 dicembre 2016

Queijadinha

Un dolcetto di cocco e formaggio, noi brasiliani divoriamo!
Ingredienti

1 llattina di latte Condensato da 250 gr
100 g di cocco grattugiato (s / zucchero)
2 tuorli
4 cucchiai (zuppa) di parmigiano grattugiato
¼ tazza (tè) di latte

Preparazione:

Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e mescolare bene.
Luogo stampini in barattoli Cupcake foderata di carta (forneáveis), posizionare il stampini in una profonda altrimenti, aggiungere acqua per la cottura a Bath Maria.
Cuocere in forno preriscaldato a 200 ° C per circa 40 minuti o fino a doratura.
Lasciate raffreddare completamente prima di servire.

nb: il cocco puo essere gratugiato fresco o quello essicato in farina, meglio la prima opzione

Cream Caramel con buchini

Il segreto per il cream caramel con buchini:
Battere bene in un frullatore fino a quando gli ingredienti formano dell'aria (schiuma) Non aggiungere amido di mais, acqua del bagnomaria mettere in un secondo stampo l'acgua già caldo, coprire con un foglio di alluminio , la cottura ad alta temperatura.
Ingedientes:
1 lattina di latte condensato
2 misure di latte fresco(misurare nella lattina di latte condensato)
4 uova
Sale 1 pizzico
Il sciroppo di caramello: zucchero e un po 'd'acqua e lasciare sul posto senza l'utilizzo di utensili!

lunedì 26 dicembre 2016

Calamari ripieno di cotechino

Ammollate in acqua il pane tagliato a pezzetti.
Pulite i calamari separando i sacchi dai ciuffi; tritate grossolanamente questi ultimi, tenendone qualcuno intero  per la decorazione finale.
Rosolate i ciuffi tritati in una padella con un filo di olio; dopo 1’ aggiungete
il cotechino sgranato e fate cuocere per 2’. Spegnete e lasciate intiepidire.
Mescolate i ciuffi e il cotechino con il pane ammollato e prezzemolo tritato. Farcite
con questo composto i sacchi dei calamari e chiudeteli con uno stecchino per non fare uscire il ripieno.
Arrostite i calamari ripieni e i ciuffi tenuti da parte in padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio con la buccia, che poi eliminerete. Salate e cuocete con il coperchio per 3’. Sfumate con uno spruzzo di vino bianco, cuocete per altri 3’ e spegnete. Servite i calamari tagliati a rocchetti, guarniti con i ciuffi tenuti da parte e completando con una macinata di pepe.

La cucina Italiana

Filetto di persico in crosta di mais

Filetti di persic 600 gr
cipolle di trope 2 -
a farina di mais bramat -
erbe aromatiche fresche -
olio di semi di mais -
sale -
pepe -

Per la ricetta del persico in crosta di mais e cipolle di Tropea, pulite le cipolle e dividetele in quattro, poi sfogliatele ottenendo circa 30 petali (i cuoricini avanzati potranno essere utilizzati per altre preparazioni, come insalate o soffritti). Appoggiate i petali in una padella antiaderente ben calda e, quando cominciano a “scoppiettare”, salateli e pepateli.

Unite dopo 10 secondi un filo di olio e arrostiteli: devono perdere umidità, mantenendo la loro consistenza e tostandosi all’esterno. Metteteli da parte tenendoli in caldo. Salate i filetti di persico e passateli nella farina di mais premendoli delicatamente per impanarli bene. Scaldate abbondante olio in una capace pentola e friggetevi i filetti per 2-3’.

Immergete pochi filetti alla volta perché l’olio mantenga costante la temperatura e la frittura risulti croccante. Scolate i filetti su carta da cucina, salateli e adagiateli nei petali di cipolla tenuti in caldo. Decorate con erbe aromatiche e servite.
 
Trato da La Cucina Italiana