Cucina del mondo

Ricette gustose di Kika Frizzantina (Sandra Bubù)

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

Parlo di sensi in tudo e non solo di gusto...
La risposta é semplice: un piatto non si conosce solo attraverso i sapori ma attraverso il perfetto connubio tra aspetto, odore, gusto e… suono!

https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


giovedì 15 aprile 2010

Luoghi da Picnic


Il caldo torrido impone pasti frugali, ricette di rapida preparazione e un po' di refrigerio. Che cosa c' è di meglio allora di un picnic in una zona tranquilla e ombreggiata? In Lombardia gli spazi verdi non mancano di certo, ma spesso le mete scelte sono sempre le solite, una sorta di succursale delle città, altrettanto affollate e caotiche.
Le alternative esistono, eccone quattro non troppo battute dal turismo domenicale. VALDIDENTRO - In Alta Valtellina si può scegliere, per esempio, la Valdidentro, con i bei laghetti di Cancano e San Giacomo: immersi nella natura del Parco Nazionale dello Stelvio, si raggiungono con un po' di pazienza dalla statale 38 che da Colico porta in Valtellina. La valle è percorsa in tutta la sua lunghezza dal torrente Viola, affluente dell' Adda che nasce in Val San Giacomo e concorre a formare i due grandi laghi artificiali di Cancano. Il panorama è unico, il silenzio quasi irreale, la temperatura ideale per rilassarsi.
VALLE IMAGNA - Scendendo verso il Lecchese si arriva alla Valle Imagna: situata nelle Prealpi bergamasche, vicina a Bergamo città e a poco più di 50 chilometri da Milano, questa piccola Valle è facilmente raggiungibile dall' autostrada A4 (uscita di Bergamo o Dalmine) da cui dista una ventina di chilometri. Da Costa Valle Imagna si raggiunge la località Pertusino: prati verdi, il laghetto del Pertus, con vista sulle prealpi orobiche e sulle Alpi. E per il dopo pranzo si può scegliere una delle numerosissime passeggiate alla scoperta dei dintorni oppure alla ricerca di fragole, mirtilli, lamponi e more, di cui questo territorio è ricchissimo.

Il cestino del picnic è un contenitore in cui, di solito, si racchiudono prelibatezze e piatti freddi, da consumare all' aperto, possibilmente senza posate né piatti, per un pranzo veloce e in assoluta libertà. Via libera dunque ad insalate di riso, a fresche macedonie, a polpettine e torte salate. Ma per un vero picnic del gusto, in cui si abbinano le prelibatezze locali ai luoghi che andiamo a visitare, dobbiamo spaziare all' interno del vasto ricettario della cucina tradizionale lombarda. La cotoletta alla milanese, anche se un po' lunga da preparare, una volta privata dell' osso può diventare il succulento protagonista di un panino con i fiocchi, ottimo da gustare anche seduti in un prato. E ad accompagnare un bel piatto di salumi locali, salame mantovano in testa, seguito da bresaola, slinzega e violino di capra della Valchiavenna, non potranno mancare le cipolle all' aceto della tradizione brianzola. Oltre ai «piatti» di carne, il picnic offre un ventaglio di prelibatezze anche per i vegetariani.


Sandra Caxambu-Aderisci al progetto "Vivere la Natura"- Lasci un commento

Nessun commento:

Posta un commento

Publica um comentario- Lascia un commento