Il Girone dei Golosi-Ricette e ospitalità

FOOD BLOG-COMFORTFOOD DI KIKA FRIZZANTINA

Ola! Mi chiamo Kika Frizzantina...

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

"La cucina è
l'atto più privato e rischioso. Nella cucina cè la tenerezza o il odio.
Si versa
nella padella condimento o veleno.
Cucinare
non è il servizio.
Cucinare
è un modo di amare gli altri. "


https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


martedì 17 maggio 2016

I 10 cibi amici dell’abbronzatura


Non solo carote: alcuni alimenti stimolano la produzione di sostanze che favoriscono la tintarella e aiutano a proteggere la pelle.

L’estate si avvicina, e le giornate al mare anche. Ma non preoccupatevi: non intendiamo parlare della prova costume. Bensì dell’abbronzatura. Perché, per proteggere al meglio la propria pelle e favorire l’abbraccio del sole, la strategia giusta inizia già a tavola con i cibi amici della tintarella. Per ottenere effetti benefici in questo ambito, di solito, la parola magica è “betacarotene”. Si tratta di un pigmento vegetale, precursore della vitamina A, che stimola la produzione di melanina, aiutando quindi la nostra pelle ad abbronzarsi. Logico, quindi, che ogni dieta pro-abbronzatura parta dalle carote: lo ha confermato, da ultimo, uno studio dell’Università di Saint Andrews, in Scozia. Chi mangia carote, secondo la ricerca, ha una maggiore concentrazione nella pelle di alfa carotene e betacarotene, che non solo aiutano l’abbronzatura ma sono anche dei fotoprotettori e degli antiossidanti. Questo, ovviamente, non comporta una riduzione dell’uso delle creme solari, che sono e restano fondamentali. Ecco allora i 10 cibi amici dell’abbronzatura.
Carote

Oltre al betacarotene, contenuto soprattutto nella buccia, sono anche ricche di estensina, una proteina che agisce sull’idratazione della pelle.
Pomodori

Il merito, in questo caso, è del licopene, che aiuta il nostro corpo a prevenire danni come eritemi e scottature. La cottura, poi, ne moltiplica la disponibilità.
Albicocche

Sono il frutto capace di stimolare maggiormente la produzione di melanina, grazie a un “tridente” niente male: vitamina C, PP e soprattutto A.
Pesce

Gli omega 3 del pesce azzurro contrastano gli effetti dannosi dei raggi solari, mentre salmone e crostacei contengono astaxantina, altro prezioso antisossidante per la pelle. Il tonno le dona invece elasticità.
Noci

Oltre che di omega 3, le noci sono anche ricche di vitamina E, in grado di prevenire l’invecchiamento e migliorare la tolleranza della pelle al sole.
Spinaci

Contengono dosi abbondanti di luteina, carotenoide antiossidante che blocca la produzione dei radicali liberi generati dalla luce solare.
Meloni

Ricchi d’acqua, leggeri e con buone quantità di vitamina A e C, preziose per il nutrimento dell’epidermide: cosa volete di più?
Patate

Il selenio contenuto nelle patate protegge dai colpi di calore, facilitando l’abbronzatura, rallentando l’invecchiamento cutaneo e agendo contro i radicali liberi.
Lattuga

Ricchezza di betacarotene e alto contenuto d’acqua ne fanno il cibo rinfrescante e idratante per eccellenza.
Peperoni

Quelli gialli e rossi sono un’ottima fonte di provitamina A e vitamina C, in quantità superiori anche rispetto agli agrumi.

Nessun commento:

Posta un commento

Publica um comentario- Lascia un commento