Cucina del mondo

Ricette gustose di Kika Frizzantina (Sandra Bubù)

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

Parlo di sensi in tudo e non solo di gusto...
La risposta é semplice: un piatto non si conosce solo attraverso i sapori ma attraverso il perfetto connubio tra aspetto, odore, gusto e… suono!

https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


sabato 7 gennaio 2017

Calamari ripieni alla Siciliana


Gli Ingredienti

    6 calamari media dimensione (circa 2 kg)
    400gr gamberetti sgusciati
    250gr pangrattato
    sale
    pepe
    olio d'olivaextra vergine
    4 succo di limoni
    1 mazzo di prezzemolo tritato
    6spicchi aglio

Seconda Variante

    6 calamarimedie dimensioni
    olio d'olivaextra vergine
    300gr pomodori
    1 uovo
    200gr pangrattato
    2cucchiai prezzemolo
    sale
    pepe



    Pulite e lavate i calamari facendo attenzione a non romperli. Staccate i tentacoli e sminuzzateli.
    Tritate 2 spicchi d'aglio e fateli rosolare in padella con olio d'oliva avendo cura che non si anneriscano troppo;
    Unire i tentacoli sminuzzati e far rosolare per 5 minuti, quindi unirei gamberetti sgusciati e sminuzzati anch'essi.
    Continuare la cottura per altri 2-3 minuti, poi, spegnete la fiamma e lasciate intiepidire togliendo gli spicchi d'aglio.
    Quindi preparate il ripieno unendo ai tentacoli ed ai gamberetti rosolati il pangrattato, 1 spicchio d'aglio crudo tritato, se si vuole, un cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato, sale e pepe e - se necessario - ancora un po' d'olio crudo.
    Impastate il tutto, quindi farcite tutti i calamari e richiudetene con uno stecchino di legno l'estremità. Tenete da parte un po' di pangrattato (almeno 50 grammi).
    Ora che tutto è pronto non resta che preparare il salmoriglio con il succo dei limoni, il prezzemolo, l'olio (a piacere), gli altri 3 spicchi d'aglio schiacciati e un pizzico di sale ed un cucchiaino d'origano.
    Emulsionare tutto e scaldarlo bene a bagno maria, almeno fino a quando le seppie non saranno cotte, versare sulle seppie calde disposte sui piatti.
    Spennellate i calamari con un po' d'olio e passateli leggermente nel pangrattato che avete tenuto da parte. Questa sorta di panatura eviterà alla parte esterna dei calamari di seccarsi troppo o di bruciarsi diventando amari.
    Nel frattempo preparate la brace o arroventate una piastra ed arrostite i calamari.
    Una volta cotti, sistemateli sui piatti individuali ed irrorateli con il salmoriglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Publica um comentario- Lascia un commento