Cucina del mondo

Ricette gustose di Kika Frizzantina (Sandra Bubù)

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

Parlo di sensi in tudo e non solo di gusto...
La risposta é semplice: un piatto non si conosce solo attraverso i sapori ma attraverso il perfetto connubio tra aspetto, odore, gusto e… suono!

https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


giovedì 9 maggio 2013

SCIROPPO DI MELISSA E MENTA

Sciroppo di menta e melissa
Quest'anno mi è presa la mania per le cose naturali, erbe spontanee, sciroppi e marmellate homemade. Dopo aver provato lo sciroppo di sambuco ho deciso di provare anche questo, molto fresco, ideale per l'estate. Ve lo consiglio, lo dovete assolutamente fare :)

Sciroppo di menta e melissa:

foglie di menta e melissa (la quantità dipende dal gusto, io ho preso 6-7 rametti di menta e un pò meno di melissa)
1 litro di acqua
500 g di zucchero
30 gr acido citrico

Si prende l'acqua, la si porta a bollore e poi si lascia raffreddare. Si mettono le foglie di menta e melissa nell'acqua ormai tiepida, si mescola bene e si aggiunge l'acido citrico. Si lascia in infuzione per una giornata o anche di più. Si filtra il tutto servendosi di un telo di lino e si mette in una pentola con lo zucchero. Si fa bollire il composto e si invasetta caldo. Si conserva in un luogo fresco e buio per mesi.
Io uso per conservare sia questo sciroppo che il sambuco le bottiglie della birra con il tappo a guarnizione.



Proprietà

melissa1 La melissa è una delle piante più usate e conosciute in campo erboristico. Nel X secolo gli Arabi la consideravano un rimedio contro la tristezza e la malinconia, mentre le suore Carmelitane inventarono l’acqua di melissa che veniva usata dal popolo per ottenere calma e tranquillità nei periodi più critici della vita. La principale azione della melissa si esplica, infatti, a livello del sistema nervoso centrale. Questo effetto è dovuto principalmente alla presenza di un olio essenziale ( linalolo, citronellale, citrale, geriniale) da cui deriva l’aroma della pianta. Altri componenti sono: resine, tannini, flavonoidi e acido rosmarinico. A quest’ultimo si attribuiscono ulteriori virtù officinali. L’olio essenziale della pianta avrebbe inizialmente un effetto eccitante e successivamente un effetto sedativo. Per la sua azione sedativa viene impiegato per trattare i disturbi psicosomatici del tratto gastrointestinale, come dispepsia e dolori di stomaco., ma anche per trattare altri fastidi provocati da irritabilità e nervosismo, quali insonnia e tachicardia.

Nessun commento:

Posta un commento

Publica um comentario- Lascia un commento